polizia.municipale

Ruba al supermercato, uscendo urta ...

Napoli, 1 settembre 2014 - Due litri di vino, due confezioni di deodorante, una confezione di carne macinata, un salame e un pacco di pasta: tutta que...

image (2)

Rom e facchini molesti in stazione,...

I viaggiatori si lamentano. E chiedono severità Bologna, 1 settembre 2014 - Zingari e accattoni che insistono per portarti la valigia, ti insegnano...

incidente tornado

Scontro tra Tornado, la città di As...

Ascoli Piceno, 1 settembre 2014 - Ascoli intitolerà un'aerea a Mariangela Valentini, Alessandro Dotto, Giuseppe Palminteri e Paolo Piero Franzese, i q...

761729-Inps

Inps: verifica redditi e diritto pr...

Roma, 1 settembre 2014 - L'Inps ha dato inizio alla campagna 2014 per la verifica dei redditi e del diritto alle prestazioni assistenziali, con l'in...

Articoli

polizia reparto mobile

Quando anche il calcio d’Agosto diventa una trappola per le Forze dell’Ordine

Andria, 31 Agosto. - Anche le amichevoli del precampionato si rivelano trappole insidiose per le forze dell'ordine. Lo scorso 27 agosto ad ...

Notizie

polizia.municipale

Ruba al supermercato, uscendo urta contro un vigile e gli cade la refurtiva

Napoli, 1 settembre 2014 - Due litri di vino, due confezioni di deodorante, una confezione di carne ...

Ultim'ora

Latorre

Marò, malore per Latorre. Pinotti vola in India. La figlia: ‘Ha una ischemia’

Il fuciliere di marina ricoverato in ospedale, avrebbe reagito bene alle prime cure in ospedale. In questo periodo in India ci sono anche i ...

Ruba al supermercato, uscendo urta contro un vigile e gli cade la refurtiva

polizia.municipaleNapoli, 1 settembre 2014 – Due litri di vino, due confezioni di deodorante, una confezione di carne macinata, un salame e un pacco di pasta: tutta questa roba era maldestramente nascosta sotto la maglietta di un cinquantenne che stava uscendo da un supermercato del centro di Napoli.

Gli sarebbe anche andata bene se non fosse andato a urtare casualmente un agente della polizia municipale in borghese che transitava sul marciapiede. Gli strani movimenti dell’uomo per evitare che cadesse la “spesa” contenuta sotto la maglia, hanno insospettito gli agenti dell’unità operativa avvocata diretta del Capitano Roodolfo Raiola. L’uomo è stato perquisito e condotto negli uffici per le formalità.

Ha sostenuto di aver rubato per fame.

Fonte Il Mattino
A.L.

Rom e facchini molesti in stazione, “Ma la polizia non vede?”

image (2)I viaggiatori si lamentano. E chiedono severità

Bologna, 1 settembre 2014 – Zingari e accattoni che insistono per portarti la valigia, ti insegnano come fare il biglietto del treno o come raggiungere il tuo binario: ‘gentilezze’ che vanno ricambiate con una lauta mancia, meglio se dai 10 euro in su. Ormai chi frequenta la stazione centrale è esasperato e si chiede come chi di dovere possa risolvere il problema.

«Non è possibile che se lascio scadere di pochi minuti il disco orario io prenda subito la multa mentre gli accattoni che bivaccano qui se ne possano stare sempre tranquilli: bisognerebbe rivedere le priorità delle forze dell’ordine», si lamenta Angelo Di Dio. Oltre che fastidiosi e insistenti, poi, i molestatori talvolta possono diventare violenti. «Pochi giorni fa ho assistito a una scena terribile: uno zingaro insisteva per prendere la valigia di una anziana e al suo secco rifiuto le ha dato uno strattone e lei è caduta a terra — racconta il pendolare Sergio Balducci —. Io e un altro viaggiatore siamo accorsi in suo aiuto e il malvivente è fuggito. Per fortuna la signora non si è fatta niente, ma non è il primo episodio di ‘accattonaggio molesto’ cui assisto».

La zona preferita dai malintenzionati è il sottopassaggio che unisce la stazione vecchia a quella nuova che si affaccia su via Carracci, e a essere presi di mira sono soprattutto anziani e turisti stranieri. «Mi hanno fermato non appena sono sceso nel sottopassaggio, volevano prendermi il bagaglio a tutti i costi: al mio rifiuto però non hanno insistito, forse intimoriti dalla mia stazza. In ogni caso, non è stato piacevole», riporta Pietro Spano, appena rientrato da un viaggio a Losanna. «Prima erano a Firenze, ora sono qui — si lamenta la scrittrice Patrizia Finucci Gallo, che spesso viaggia in treno —. Il problema è la cattiva gestione dell’accoglienza degli immigrati da parte del Comune: gli stranieri sono stati accolti a braccia aperte salvo poi essere praticamente abbandonati in mezzo a una strada. Così molti di loro iniziano a mendicare come fosse un vero e proprio mestiere, alcuni iniziano alle 8 e staccano alle 17».

Ha perso fiducia il viaggiatore Paolo Scopa, che riflette: «Ormai è difficile trovare un rimedio efficace a questo fenomeno, le autorità sarebbero dovute intervenire quando era agli inizi. Credo che questo sia uno dei sintomi del degrado generale, ci vorrebbero soluzioni drastiche, ma stando attenti a non fare di tutta l’erba un fascio». C’è invece chi, infine, è piuttosto rilassato. «È la prima volta che vengo in stazione a Bologna e non ho notato niente di strano — dice Andrea Della Torre —. Io sono tranquillo. Non si può mai dire, ma spero non mi capiti nulla di spiacevole!».

di Federica Orlandi
Fonte Il Resto del Carlino
A.L.

Scontro tra Tornado, la città di Ascoli intitolerà uno spazio ai quattro piloti

incidente tornadoAscoli Piceno, 1 settembre 2014 – Ascoli intitolerà un’aerea a Mariangela Valentini, Alessandro Dotto, Giuseppe Palminteri e Paolo Piero Franzese, i quattro piloti dell’Aeronautica militare morti il 19 agosto nell’incidente aereo. Lo ha annunciato il sindaco Guido Castelli al termine della breve cerimonia che ha salutato stamani la partenza dall’obitorio ascolano dei feretri con le salme dei militari di stanza alla base di Ghedi (Brescia).

” Ascoli rende omaggio a quattro servitori dello Stato morti nell’adempimento del loro dovere”, ha commentato il presidente della Provincia Piero Celani sottolineando che i quattro piloti “si stavano esercitando per proteggere il nostro Paese e hanno sacrificato per questo la loro vita”.

Celani ha anche ribadito che “non è questo il tempo delle polemiche di chi sostiene che questo tipo di esercitazioni mette a repentaglio la sicurezza dei cittadini. Sono necessarie se vogliamo che i nostri soldati siano preparati al meglio e pronti a difendere la Patria”. Celani ha anche rivolto un ringraziamento “a tutti coloro i quali si sono adoperati subito dopo lo schianto dei due Tornado nelle ricerche dei quattro piloti, nello spegnimento dei numerosi incendi che si sono sviluppati sulle colline dove i due velivoli in fiamme sono precipitati, con particolare riferimento alla popolazione di Venarotta che si e’ prodigata per dare assistenza a tutti”.

Fonte Il Resto del Carlino
A.L.

Inps: verifica redditi e diritto prestazioni, parte la campagna 2014

761729-InpsRoma, 1 settembre 2014 – L’Inps ha dato inizio alla campagna 2014 per la verifica dei redditi e del diritto alle prestazioni assistenziali, con l’invio del cosiddetto “Bustone” per la richiesta delle dichiarazioni relative alla situazione reddituale e/o delle dichiarazioni di responsabilita’ riguardanti la sussistenza dei requisiti per il diritto alle prestazioni assistenziali. Lo spiega una nota. Il plico contiene, a seconda delle situazioni personali e delle dichiarazioni richieste, i seguenti documenti: – lettera di presentazione, diversificata per i residenti in Italia e all’estero, con una breve informativa sui servizi online a disposizione del cittadino.
– modello Red italiano o modello Red estero, con le relative istruzioni per la compilazione. E ancora: – modello 503 Aut, per i residenti in Italia le cui pensioni siano assoggettabili alla trattenuta per lavoro autonomo; – richiesta di integrazione delle informazioni relative alla campagna Red 2012, per coloro i cui dati reddituali trasmessi dall’Agenzia delle Entrate per l’anno 2011 non sono risultati sufficienti per consentire la verifica di tutte le prestazioni; – modelli di dichiarazione per i titolari di provvidenze economiche di invalidita’ civile, relativamente ad eventuali periodi di ricovero gratuito/frequenza e all’eventuale svolgimento di attivita’ lavorativa.
Ogni richiesta reca la data entro la quale deve essere restituita la dichiarazione.
Ai pensionati residenti nella provincia di Bolzano la modulistica viene inviata nella versione bilingue.
Modalita’ di restituzione delle dichiarazioni – Residenti in Italia: dichiarazioni online – Chi e’ in possesso di un Pin rilasciato dall’Istituto puo’ trasmettere i dati richiesti attraverso il sito internet www.inps.it, accedendo alla sezione Servizi Online “Servizi per il cittadino” e selezionando la voce di interesse: o Dichiarazione reddituale – opzione anno 2014 (dichiarazione redditi 2013); o Dichiarazione reddituale – opzione anno 2012 (dichiarazione redditi 2011); o Dichiarazioni di responsabilita’ (modelli Icric, Iclav, Acc.As/Ps).
– Residenti in Italia: intermediari abilitati – In coda a ciascun modello inviato ai residenti in Italia e’ stato inserito il relativo codice a barre, da utilizzare per la trasmissione delle dichiarazioni tramite gli intermediari abilitati, che forniscono assistenza gratuita e provvedono ad acquisire e trasmettere all’Inps in formato elettronico le informazioni richieste. – Residenti all’estero – Tenuto conto delle peculiarita’ normative della verifica dei redditi per i soggetti residenti all’estero, i codici a barre non sono riportati nei modelli RedEst. Il modulo puo’ essere trasmesso all’Inps avvalendosi dell’assistenza gratuita di un Ente di Patronato riconosciuto dalla legge, oppure compilato e spedito, insieme alla documentazione richiesta, alla sede Inps che gestisce la pensione.

AGI
A.L.

Bimba di 9 mesi ​trovata ​morta nella culla dai genitori

lacrimaLECCO, 1 settembre 2014 – Una bimba di nome mesi figlia di una coppia di Ballabio (Lecco) è stata trovata morta nella sua culla, vittima di una possibile «morte bianca», dopo che era stata messa a dormire nell’abitazione dei nonni materni a Lecco. Il dramma è accaduto ieri pomeriggio. La vittima si chiamava Debora ed era la seconda figlia di una coppia residente nel centro all’imbocco della Valsassina. La famiglia era andata in visita dai nonni e nel pomeriggio la piccola era stata messa a dormire.

L’hanno svegliata una prima volta, ma alla seconda è stata trovata morta. Il corpo sarà sottoposto ad autopsia, i funerali sono stati comunque già fissati per la giornata di mercoledì.

Fonte Corriere Adriatico
A.L.