Condividi

Una brillante operazione dei Carabinieri della Stazione di Sommacampagna ha portato nella serata di sabato all’arresto in flagranza di un malvivente che stava tentando di svaligiare un’abitazione sulle colline al confine con Sona.

L’uomo, dopo aver sfondato una finestra, si è introdotto nell’abitazione vuota, di proprietà di una donna milanese, e, armato di una mazza e due piedi di porco, stava cercando di forzare una cassaforte, quando sono piombati sul posto i militari dell’Arma che lo hanno arrestato sul posto; un vero e proprio successo della capillare attività di controllo del territorio che ogni giorno i militari dell’Arma effettuano su tutto il territorio della Provincia e che nella circostanza ha portato ad assicurare alla giustizia l’autore di un reato particolarmente temuto dalla popolazione.

Dopo aver trascorso il fine settimana nelle camere di sicurezza, l’arrestato è stato portato stamattina davanti al Giudice del Tribunale di Verona che, convalidato l’arresto, lo ha condannato alla pena di 6 mesi di reclusione con sospensione condizionale della pena e 400 euro di multa.

Roma, 11 gennaio 2017

Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteIntensificazione dei controlli e delle misure di protezione durante le festività natalizie in ambito Polfer
Prossimo articoloRapina in farmacia armato di chiave inglese, arrestato

Nessun commento

Rispondi