Condividi

Dopo 11 giorni di agonia, è morto anche Attilio Picoco, addetto all’aliquota radiomobile della compagnia di Nola.

Il vicebrigadiere dei carabinieri era ricoverato all’ospedale San Giovanni Bosco di Napoli.

Il militare era stato gravemente ferito in un incidente stradale lo scorso 20 luglio ad Acerra, lungo la statale 7 bis, dove era intervenuto per procedere ai rilievi di un lieve scontro avvenuto poco prima.

“Purtroppo non ce l’ha fatta. Era rimasto gravemente ferito lo scorso 20 luglio ad Acerra (NA), in quella tragica sera che aveva già portato via la vita dell’Appuntato Scelto Vincenzo Ottaviano. Erano entrambi di pattuglia, chiamati in soccorso a un incidente stradale, quando un’auto li ha travolti.

Risultati immagini per Attilio Picoco

Stavano facendo il loro dovere, lo hanno fatto fino in fondo, fino alla fine. Ci lascia così anche il Vice Brigadiere Attilio Picoco, all’età di 46 anni. Prestava servizio all’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Nola. Un’altra vita prematuramente spezzata. Accanto al suo letto di ospedale, fino all’ultimo respiro, c’erano la moglie Patrizia, le figlie Lucia, Sara e Francesca di 19, 16 e 11 anni. Attorno a loro, in un commosso abbraccio ideale, si stringe tutta l’Arma dei Carabinieri”.

Con queste parole la pagina Carabinieri ricorda su Facebook Attilio Picoco l’unico sopravvissuto al gravissimo incidente

Articolo precedenteViolento scontro in A4: tir invade la corsia, si schianta e prende fuoco
Prossimo articoloAzzano Decimo, extracomunitario aggredisce autista ed accoltella carabiniere: arrestato

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.