Condividi

È inutile girare intorno alle cose: se dal 1 gennaio prossimo ben 1.666 lavoratori di uno dei call center di Almaviva in Italia, padri e madri di famiglia, o giovani che una famiglia se la vorrebbero fare, non avranno più un lavoro bisogna capire bene di chi sia la colpa.

E basta analizzare con freddezza la situazione per capire come siano andate effettivamente le cose.

Almaviva ha dichiarato tempo fa una pesante crisi aziendale, ed è partita una difficile vertenza sindacale, nella quale nel momento peggiore è intervenuto anche il governo.
Quando sembrava non ci fossero più margini di trattativa, il governo ha convinto, forse in realtà più “spinto” che convinto, Almaviva a non chiudere e a ricorrere alla cassa integrazione, incentivando le dimissioni volontarie. Insomma il governo aveva spinto Almaviva a tenere aperti gli stabilimenti, con i lavoratori al loro posto per almeno altri sei mesi.

Almaviva voleva chiudere, tra l’altro, non solo a Roma ma anche a Napoli, e lì erano altri mille che se chiudeva andavano a spasso.
Quando il governo ha “guadagnato” sei miseri mesi di proroga i sindacalisti e i lavoratori di Napoli hanno pensato che un accordo, per non chiudere subito, era sempre meglio che tutti licenziati subito, e quindi hanno sottoscritto l’accordo.

I sindacalisti di Almaviva Roma hanno invece respinto l’accordo, e a nome dei lavoratori hanno detto che sei mesi erano nulla.

Quindi, stanti così le cose, l’azienda non ha perso tempo per mandare sollecitamente le 1.666 lettere di licenziamento.

A quel punto i lavoratori di Almaviva Roma ci hanno ripensato, hanno organizzato una seconda consultazione in cui i Sì all’accordo sono stati 590 e 473 i No. Ma era troppo tardi: l’azienda, che comunque voleva chiudere e la cui mano era stata temporaneamente fermata dal governo, ha colto la situazione, se vogliamo con buona dose di cinismo, certamente, ma ha approfittato di quel che avevano combinato i sindacalisti di Almaviva Roma.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteObama, il presidente vendicativo e il disastro mondiale
Prossimo articoloUsa: Pentagono, al Baghdadi è ancora vivo e guida Isis