Condividi

WhatsApp, ritorna la bufala del messaggio dal Vice Comandante dei Carabinieri? Di cosa si tratta

Secondo alcune segnalazioni, avrebbe ricominciato a girare in questi giorni (o forse non ha mai smesso!) la bufala del messaggio WhatsApp dal Vice Comandante dei Carabinieri
Già segnalata la scorsa primavera dal sito Bufale.net, in breve il messaggio recita quanto segue:

“Ti giro messaggio da vicecomandante dei carabinieri manda questo appello * Urgente molto urgente … *

Si prega di passare a tutti !!!

Non rispondere ai seguenti numeri: +375602605281,
+37127913091
+37178565072
+56322553736
+37052529259
+255901130460
o qualsiasi numero che inizi con il: +375, +371, +381, +255 ecc. ecc.
Non dovete rispondere. Se rispondete dovete riagganciare subito. Non dovete assolutamente richiamare. Potrebbero copiare l’elenco dei vostri contatti in 3 secondi. Se avete dati sensibili come quelli del conto banca o i dati della carta di credito sul telefono, possono copiarli. Chiamano da paesi stranieri..
+375 È dalla Bielorussia.
+371 È il codice per Lativa.
+381 Serbia
+ 563- Valparaiso
+ 370- Vilnius
+ 255- Tanzania Inoltre, non bisogna assolutamente premere # 90 o # 09 sul vostro cellulare se chiesto da qualsiasi chiamante. Si tratta di un nuovo trucco per accedere alla scheda SIM, effettuare chiamate a vostre spese e f potrebbero farvi incorrere in problemi con la giustizia. Inoltrare questo messaggio a tutti gli amici, fermiamoli.”

 

 

Lo stesso sito di Bufale se ne era già occupato addirittura in precedenza

Queste catene, che oramai chiunque dovrebbe aver capito come riconoscere, spesso subiscono nel tempo e negli anni una sorta di evoluzione.

Si adattano ai tempi, cambiano parole, a volte anche soggetti, ma non il concetto

Il sito bufale.net spiega bene il concetto, già spiegato proprio in occasione della diffusione dello stesso messaggio
Il messaggio virale ha subito la stessa cifra evolutiva di altre catene ben più famose, come la Catena di S. Antonio dello Statuto di Roma per la Privacy su Facebook, laddove, col passare del tempo,

il grottesco tentativo di riattivare la viralità di una bufala ormai desueta ha portato ad introdurre la Fallacia di Autorità nel mix, aggiungendo allo stesso testo l’endorsement di finanzieri ed avvocati.

Anche in questo caso, abbiamo una linea evolutiva ben definita

Nasce tutto nel 2015, quando Snopes segnala l’esistenza dello One Ring Scam: centralini e numeri a pagamento spesso esteri talora telefonano a numeri a caso per poi riappendere.

 

 

L’operazione è semplice e remunerativa: la curiosità di sapere perché un numero sconosciuto ha cercato di contattarti spinge utenti incauti a richiamare ignorando che, nella migliore delle ipotesi,

ci si trova davanti ad un centralino estero, quindi con forte carico sulla bolletta, e nella peggiore ad un vero e proprio numero a pagamento, come i numeri 144 che hanno funestato la generazione passata offrendo oroscopi e messaggerie erotiche accessibili a prezzi esasperati.

Si ringrazia come sempre il sito BUFALE.NET per il prezioso lavoro di debunking portato avanti negli anni

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Articolo precedenteIl Tenente Ottavia Mossenta è il nuovo comandante dei carabinieri di Villafranca
Prossimo articoloPronti per il Natale? Santa Claus potrebbe portare una clamorosa “sorpresa”

Nessun commento

Rispondi