Condividi

La sua biografia “Io vivo nell’ombra” (Longanesi, 304p.), ha venduto 30.000 copie in poco più di due mesi dalla pubblicazione.

Il Comandante Alfa, in pensione dopo 39 anni nel Gruppo di Invervento speciale dei Carabinieri, gira adesso l’Italia per promuovere il suo libro e raccontare missioni, addestramenti, sacrifici di una vita dedicata allo Stato. Parla del reato di tortura e dice: “Non capisco, c’erano leggi più importanti da fare…”.

Intervistato alla Fiera dell’Automazione di Prato, parla anche del suo rapporto con la famiglia e del suo compaesano più famoso: il latitante Matteo Messina Denaro.
ASCOLTA L’INTERVISTA

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteIncendi in Italia, molte regioni a rischio. A Capalbio allarme per 'Ultima spiaggia'
Prossimo articolo1000 euro per tante famiglie italiane. Da domani partono le domande: come fare e chi ne ha diritto

Nessun commento

Rispondi