Condividi

“Cerco mio figlio, me lo fecero abbandonare a Padova 43 anni fa”

PADOVA – «Mi chiamo Maria Cristina Zilli, nata il 23 ottobre 1956. Ti cerco, Amore». Un messaggio di poche parole lanciato nel mare magnum di Facebook, sperando che qualcuno intercetti quella bottiglia buttata nell’oceano telematico con dentro un sogno autentico, scovi nell’angolo della memoria un ricordo, regali un’indicazione a questa mamma di San Vito al Tagliamento, in provincia di Pordenone. Un desiderio che ha le sembianze ignote di un uomo conosciuto solo a pelle. La speranza di un incontro, sangue del suo sangue, profumo di bambino. Con il passato che, per oltre quarant’anni, le ha continuato a bussare all’anima di donna ormai matura, in una ricerca timida ma ferma. Cristina, mamma in chiaro di due figli grandi, e mamma in ombra di un altro maschio, il suo primogenito, venuto alla luce all’Ospedale di Padova 43 anni fa.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteOTTOBRATA romana: ecco le temperature previste
Prossimo articoloHacker nordcoreani rubano documenti militari di Seul. Gli Usa muovono i bombardieri

Nessun commento

Rispondi