Condividi

Valerio, il ragazzo down che ha salvato una bambina che stava annegando

Si è comportato da vero eroe Valerio Catoia, 17enne di Latina affetto da sindrome di down. Era in spiaggia a Sabaudia insieme alla sua famiglia quando, improvvisamente, si è lanciato in acqua insieme al papà perché due bambine si erano allontanate troppo e non riuscivano più a tornare a riva.

Padre e figlio hanno salvato dall’annegamento una bambina a testa, archiviando l’evento come un brutto ricordo e portando a casa un risultato molto più significativo che una medaglia ottenuta in una gara.

Leggi anche:  Scavalca la recinzione per salvare il fratello dal suicidio, cade e muore

«Valerio nuota da quando aveva tre anni – ci spiega il suo allenatore Roberto Cavana -. Con la polisportiva Hyperion che fa attività sportiva con la FISDIR (Federazione Italiana sport paralinpici degli intellettivo relazionale) ha iniziato da quando aveva 11 anni a fare le prime gare ed ha sempre riportato un ottimo piazzamento a livello regionale e nazionale.

Qui a Latina siamo stati i primi a sperimentare l’attività di salvamento, che ha poi preso piede a livello nazionale. A luglio dello scorso anno Valerio ha partecipato a Firenze alle prime olimpiadi mondiali con atleti affetti da sindrome di down ed ha fatto una dimostrazione di salvamento con un manichino davanti agli organi internazionali.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteVIDEO: CAMION SFONDA GUARD RAIL.
Prossimo articoloVIDEO: POLIZIOTTO INTERVIENE SU TRENO.

Nessun commento

Rispondi