Condividi

 

Combattimento, boom delle donne coi guantoni: “Così ci difendiamo da sole”
E’ aumentato vertiginosamente il numero delle donne “combattenti”. Salute, indipendenza, autostima, autodifesa.

Combattimento, boom delle donne coi guantoni: “Così ci difendiamo da sole”

Appena qualche decennio fa, l’idea di vedere una donna su un ring era praticamente fantascienza. Per fortuna quei tempi sono passati ed oggi, al contrario, le arti marziali e in generale gli sport da combattimento vengono praticati con la stessa tenacia, forza di volontà e costanza degli uomini. Approccio che le donne, per un lungo periodo hanno purtroppo riservato solo all’aerobica, snobbando discipline considerate sempre, erroneamente, troppo maschili: dal pugilato fino ad attività di pesistica come body building, powerlifting e weightlifting.

Queste ultime quasi criminalizzate dal popolo femminile convinto di trasformarsi da un giorno all’altro in aitanti uomini dai muscoli d’acciaio. La realtà è ben diversa. Ma andiamo per ordine.

In particolar modo pesistica e sport da combattimento come Kick Boxing e Muay Thay, sono discipline in grado di forgiare non solo il corpo ma anche la mente al sacrificio, alla resistenza, alla disciplina, alla conoscenza di sè stessi, la conoscenza dei propri limiti fino al loro superamento. Senza contare gli effetti benefici estetici quando accostate a diete, o meglio, piani alimentari ottimali e studiate sulla persona.

Leggi anche:  Scoperta l'origine dell'Alzheimer: anche la depressione può essere una spia

Soffermandoci sul combattimento, quando parliamo di Kick Boxing, generalmente, i media tendono ad includere in questa categoria vari sport che si differenziano in fase agonistica nel tipo di “contatto”: mentre l’allenamento è simile in tutte le discipline, cambia è il modo in cui vengono praticate su piano professionistico.

Per chi volesse approcciare a livello amatoriale, portando a casa i frutti dell’allenamento, le differenze sono davvero poche. Un allenamento medio è generalmente suddiviso in fase di riscaldamento tendineo e muscolare, studio e approfondimento delle tecniche da combattimento, sacco e sparring. Infine lo stretching.

Ma per quale motivo le donne dovrebbero essere interessate a praticare questi sport?

Noi ve ne forniamo alcuni

  1. AUTODIFESA
    In tempi come questi, dove la cronaca nera e le aggressioni in strada fanno da padrone imparare qualche tecnica di autodifesa non fa male. Premesso che la migliore difesa è sempre la fuga, anche imparare a gestire i movimenti, la forza e la tecnica potrebbe non fare male
  2. AUTOSTIMA
    Già dopo i primi mesi di allenamento ed un’alimentazione corretta, potrete constatare  gli effetti benefici del lavoro in palestra, sia sulla mente che sul fisico, migliorando la vostra autostima e di conseguenza, sicurezza rispetto al mondo intero
  3. SALUTE
    L’allenamento cardiovascolare legato all’alta intensità degli sport da combattimento possono portare a bruciare addirittura sulle 750 kcal l’ora. Ogni muscolo del corpo viene sollecitato e rafforzato, aiutando nella tonificazione, la tensione e lo stress del quotidiano vengono allentati

Insomma, questo tipo di sport, abbinato ad una dieta bilanciata nell’assunzione dei macronutrienti giornalieri e senza rinunce dannose ed inutili, unite alla costanza e perchè no, al supporto di un allenamento funzionale o in sala pesi cambieranno nettamente l’approccio alla vita, rendendovi vere e proprie guerriere del quotidiano

Provare per credere

 

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteE' boom di sifilide e clamidia "Gli italiani sottovalutano questi sintomi"
Prossimo articoloCinque cuccioli abbandonati in uno scatolone: salvati da due studenti. Ecco come adottarli

Nessun commento

Rispondi