Condividi

Il fisco non è una frode, va pagato, ma per essere sicuri di non essere vittime di raggiri, l’Agenzia delle Entrate-Riscossione fornisce 2 canali attraverso i quali conoscere la propria posizione debitoria nei confronti dell’Agenzia stessa.

All’Agenzia delle Entrate-Riscossione si può chiedere un estratto di ruolo, cioè un documento che contiene l’elenco di tutte le cartelle notificate e non pagate e degli avvisi in corso.

La richiesta può essere fatta sia allo sportello che online. Per le cartelle notificate prima del 2000 è necessario rivolgersi a uno sportello dell’ente di riscossione mentre, per tutti gli atti successivi al 2000, è sufficiente consultare l’estratto di ruolo online, disponibile sul sito dell’Agenzia nell’area ‘Controlla la tua situazione’ )occorre cliccare su “Accedi al servizio” e autenticarsi usando SPID, Fisconline, Pin dispositivo dell’Inps, Carta Nazionale dei Servizi).

Leggi anche:  Equitalia, il caos per la rottamazione delle cartelle: disaccordi con l'Agenzia delle entrate

Una volta entrati nell’area riservata del sito, è necessario richiedere la consultazione dei documenti da saldare: se ci sono cartelle esattoriali, avvisi di pagamento, avvisi di addebito o avvisi di accertamento non saldati saranno indicati uno per uno nell’estratto di ruolo.

Le informazioni dell’estratto di ruolo sono suddivise per provincia e coprono tutte le Regioni d’Italia tranne la Sicilia. Quindi, se si hanno debiti con enti di diverse province bisognerà consultare l’estratto di ruolo per ciascuna delle province interessate.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteCarne bovina sudamericana, Matteo Salvini contro l'Europa: "Piena di ormoni, portata segretamente in Italia"
Prossimo articoloUccise un motociclista: condannata a 5 anni la rom evasa dal carcere

Nessun commento

Rispondi