Condividi

Di Maio: “Con Lega abbiamo chiuso”. Pd disponibile al dialogo

Il segretario dem chiede e ottiene dal candidato premier 5 Stelle di interrompere il forno con il Carroccio. Cade il gelo, dopo l’incontro tra Fico e i democratici.

Il segretario reggente: “Nuovo scenario che dovrà essere valutato dalla direzione del partito”. Il presidente Cei: “Stallo politico danneggia soprattutto i poveri”

Spiega in breve skytg24: “Se Di Maio chiude con la Lega per il Pd è una novità”, quindi sarebbe “possibile un percorso di lavoro comune con il M5s”.

Con queste parole, pronunciate al termine dell’incontro con Roberto Fico a Montecitorio, il segretario reggente del Partito Democratico Maurizio Martina apre alla possibilità di un’intesa di governo con il Movimento 5 stelle.

Il colloquio rientrava nel mandato esplorativo conferito dal Quirinale a Fico, al fine di verificare la possibilità di formare una maggioranza parlamentare tra M5S e Pd

 

Leggi anche:  Elisa Simoni, la cugina di Renzi «Addio a Matteo, è un estremista» E passa con i fuoriusciti

Martina: “Dialogo su Europa, conti e democrazia”

Oltre all’abbandono di possibili accordi con la Lega, l’altro paletto posto da Martina è quello del programma.

In particolare a partire da quei tre punti, definiti “sfide essenziali” e “già evidenziati durante le Consultazioni al Quirinale”, per cui il Pd attende “vere risposte”: una “agenda europeista”, il “rinnovamento della democrazia superando il populismo”, e politiche del lavoro “rispettando gli equilibri di finanza pubblica”.

Nelle fila del Pd, almeno per il momento, è prevalsa quindi la linea di apertura, dopo che i primi giorni di dibattito interno avevano evidenziato idee diverse sulla linea da tenere con il M5s.

Articolo precedente"Traditore", è rivolta online contro Di Maio
Prossimo articoloIl pesce nella dieta che salva il cuore: come e quante volte consumarlo

Nessun commento

Rispondi