Condividi

Scatta l’allerta per quella che sembra essere a tutti gli effetti un’invasione di cimici cinesi. Le le cimici asiatiche (Halyomorpha halys) sono diverse da quelle europee, caratterizzate da un colore verde, da cui si differenziano per il manto marroncino. Apparentemente innocue nel Nord Italia stanno causando dei gravissimi problemi all’agricoltura e a raccontare quello che sta succedendo è Francesco Vincenzi, grande coltivatore di pere nel modenese, al Corriere.it.

Scatta l’allerta per quella che sembra essere a tutti gli effetti un’invasione di cimici cinesi. Le le cimici asiatiche (Halyomorpha halys) sono diverse da quelle europee, caratterizzate da un colore verde, da cui si differenziano per il manto marroncino. Apparentemente innocue nel Nord Italia stanno causando dei gravissimi problemi all’agricoltura e a raccontare quello che sta succedendo è Francesco Vincenzi, grande coltivatore di pere nel modenese, al Corriere.it.

«Le prime le hanno viste accanto all’Autosole, a Campogalliano, uscite forse da un container partito dall’Asia. Poi sono volate qui, nella Bassa. Quest’anno mi è andata abbastanza bene, ho perso il 10-15% delle pere. Ma altre aziende sono state quasi distrutte». La prima apparizione è avvenuta circa 5 anni fa in Emilia, poi nel 2013 in Lombardia e Piemonte, in Friuli, Veneto, Liguria e Toscana nel 2014 e nel 2015 nel Trentino e nelle Marche. Oggi rappresentano un gravissimo problema tanto che si stanno portando avanti delle ricerche per capire come poterle distruggere, in quanto reagiscono diversamente non solo al clima ma anche ai pesticidi.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteLatitante napoletano tradito dalla fede azzurra: catturato mentre vedeva la partita al bar
Prossimo articoloPneumatici invernali, l'obbligo scatta tra pochi giorni: si rischiano multe fino a 335 euro

Nessun commento

Rispondi