Condividi

L’allarme dell’ex ministro Cesare Damiano: “Dopo i vitalizi ora tocca alle pensioni”

Dopo il sì della camera sui vitalizi, l’ex sindacalista ed ex ministro Cesare Damiano lancia l’allarme sulle pensioni. Il motivo lo spiega in una intervista al Corriere della Sera: “Lo strumento utilizzato per ridurre il vitalizio ai politici è pericoloso, perchè apre una breccia nel principio che non si possono cambiare retroattivamente le pensioni.

Comprese quelle degli operai. Ora il varco è aperto. D’altra parte quando arrivò all’Inps, Tito Boeri proponeva il ricalcolo dei trattamenti in essere, compresi i vitalizi, ‘non per cassa ma per equità’. E diceva che ‘gli importi delle quote retributive delle pensioni liquidate dal fondo pensioni lavoratori dipendenti vengono rideterminati applicando una riduzione alle quote retributive’. E lo ipotizzava per le pensioni dai 3.500 euro in su. Queste idee circolano e secondo me sono devastanti”.

Leggi anche:  Pensioni "conguagli impazziti", occhio a questa voce: la precisazione dell'INPS

LIBEROQUOTIDIANO

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteIndia: crollato un palazzo di quattro piani. Almeno 17 morti
Prossimo articoloNave anti Ong, arrestato capitano: "È traffico di esseri umani"

Nessun commento

Rispondi