Condividi

Si chiama “Pantera” la mascotte del commissariato di Cassino, in provincia di Frosinone: è un gatto di pochi mesi diventato poliziotto ad honorem… per sorte.

Il felino, infatti, è stato tratto in salvo dagli agenti che hanno avvertito i suoi miagolii provenienti dal vano motore della volante. Così, con cautela, lo hanno estratto dal cofano e lo hanno adottato

Solo pochi giorni fa alcuni colleghi della Polizia Stradale hanno salvato un gatt, che giaceva riverso ai margini della carreggiata sull’Autopalio, vicino Impruneta.

Leggi anche:  Con trenta chili di Marijuana in macchina e 9mila euro in contanti: la Polizia azzera un giro di spaccio

Il gatto, ferito ad una zampa, deve le sue sette vite al fatto di non essersi troppo mosso da lì e che chi lo ha scorto si è dato da fare per avvertire la centrale operativa della stradale.

 

 

I poliziotti sanno che in questi casi non c’è un secondo da perdere, tant’è che una pattuglia del distaccamento di montepulciano, che stava perlustrando quell’area, si è precipitata sul posto per prestare soccorso all’animale.

Leggi anche:  Calci, sputi, offese quotidiane: aumenta la violenza sugli agenti (nel silenzio generale)

Insomma, ancora una volta la Polizia di Stato ha onorato il proprio motto “Esserci Sempre”

Articolo precedenteCittadino senegalese scambia poliziotto torinese per zombie e lo aggredisce
Prossimo articoloNuova revisione auto, dal 20 maggio si cambia con pagella e registrazione del chilometraggio

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.