Condividi

Mentre Hayden versa sempre in condizioni disperate all’ospedale Bufalini di Cesena, si registrano le prime parole dell’investitore del pilota della Superbike, travolto da un’auto mentre mercoledì 17 si allenava da solo in bici sulla statale Riccione-Tavoleto, vicinissima al circuito di Misano. “Stavo andando al lavoro, poi lui è venuto fuori all’improvviso dallo Stop”, dice il 30enne di Morciano che era al volante della Peugeot che ha investito lo statunitense. Come riporta l’edizione on line de ‘Il Resto del Carlino’, il ragazzo si è chiuso nel silenzio, è circondato dall’affetto dei suoi familiari, è sconvolto dal dolore e non si dà pace per il tragico incidente avvenuto nei pressi di un incrocio.

VICINANZA A NICKY E FAMIGLIA — “Mi dispiace, mi dispiace” avrebbe detto più il giovane che, unitamente ai suoi parenti ha espresso massima solidarietà nei confronti di Hayden e dei suoi familiari, con la speranza che il 36enne americano possa superare nel migliore dei modi il terribile incidente. Il compito di far luce sulla dinamica spetta ora agli agenti della Polizia di Riccione, Misano, Coriano e Cattolica, intervenuti sul posto. Lo scontro è avvenuto all’altezza di via Ca’ Raffaelli, con il giovane che procedeva verso il mare e il campione della MotoGP in sella alla bici che proveniva da via Cà Raffaelli e si stava immettendo sulla via Tavoleto.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteTravolto da un tir mentre è in bici. Grave 58enne
Prossimo articoloEcco il video dell'attacco alla stazione di Milano

Nessun commento

Rispondi