Condividi

“IL FETO STA BENE”, MA LA BIMBA NASCE MORTA: DRAMMA A ROMA, APERTA UN’INCHIESTA

Sarà un’inchiesta a stabilire le cause del dramma che ha colpito una coppia di trentenni romani che hanno visto nascere, senza vita, la loro secondogenita. La tragedia si è consumata domenica pomeriggio all’ospedale San Filippo Neri, due giorni prima del parto programmato e concordato insieme ai medici. 

 Daniele e Gessica Transilvani, come riporta Il Messaggero, vivono a Ottavia e sono già genitori di una bimba di quattro anni. Erano pronti a dare il benvenuto anche alla loro seconda bambina e dopo gli ultimi controlli, effettuati venerdì scorso, i medici e il ginecologo della donna, che l’avevano visitata in due diverse occasioni nell’arco della giornata, avevano escluso complicazioni. L’unica variazione notata grazie alle analisi era la riduzione del liquido amniotico, che però è un fenomeno normale negli ultimi giorni prima del parto. 

La situazione precipita nella giornata di domenica: verso l’ora di pranzo Gessica ha iniziato ad accusare forti dolori e si reca insieme al marito in ospedale, dove viene raggiunta anche dal ginecologo. La piccola, del peso di 3,1 kg, nasce però priva di vita. Secondo i medici, a ucciderla sarebbe stato il cordone ombelicale annodato intorno al collo.

Il pm Nadia Plastina, però, dopo la denuncia sporta dai genitori vuole vederci chiaro e ha incaricato i i medici legali del Gemelli, Antonio Oliva e Vincenzo Arena, di eseguire l’autopsia sul corpicino. I consulenti dovranno stabilire “”l’epoca e le cause della morte del feto””. Il pm Plastina ha messo a disposizione anche la cartella clinica sequestrata e sollecitato il prelievo di campioni biologici e istopatologici.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteLa lettera di Mattia, il piccolo terremotato: "Caro Stato, mi hai dimenticato"
Prossimo articoloSmart contro camion: tragedia per un 26enne