Condividi

La rapina finisce nel sangue: imprenditore ucciso con un colpo di pistola alla testa

Un colpo alla testa. Uno solo. Gli hanno sparato da distanza ravvicinata.

La vittima si chiamava Marcantonio Salzano, 41enne originario di Casalnuovo di Napoli

L’uomo si era recato ad un appuntamento fissato da due ragazzi a Los Andes, zona periferica di Napoli dove Salzano si era recato per lavoro.

Avrebbe dovuto acquistare un tablet.

E’ morto così, attirato nel tranello, l’italiano di 41 anni, imprenditore nell’ambito di import export di apparecchiature elettroniche

Leggi anche:  Spara alla moglie, poi si suicida

 

 

Una volta all’appuntamento, senza tanti complimenti uno dei due ragazzi, arma in pugno gli avrebbe sparato portandogli via il denaro che aveva con sè.

Il colpo sarebbe stato esploso dopo che il Salzano -almeno secondo la ricostruzione della locale polizia- ha provato a difendersi, in parte riuscendoci e disarmando uno dei giovani.

L’altro avrebbe quindi reagito.

I ragazzi, due minori, sono stati intercettati ed arrestati.

La notizia della tragedia, avvenuta venerdì alle 12.30 circa, ora locale, è piombata in Campania in piena notte, con una chiamata ai familiari ora distrutti ed in attesa che rientri la salma in Italia, per potergli porgere l’ultimo addio

Articolo precedenteCondannati due agenti di Polizia Locale di Modena
Prossimo articoloDivorzio, la sentenza: "All'ex moglie 40% del tfr anche se sono passati 10 anni"

Nessun commento

Rispondi