Condividi

L’ipotesi viene definita dal Corriere della Sera come “più che una suggestione”. E’ quella che vedrebbe l’attuale presidente della Camera Laura Boldrini candidata premier. A lanciarla nell’agone politico vero e proprio sarebbe il “campo progressista” al quale ormai da mesi sta alacremente lavorando l’ex sindaco di Milano Giuliano Pisapia. Il quale ha lasciato intendere di non voler correre in prima persona, ma di volersi ritagliare il ruolo di “king maker”, ovvero di regista di una nuova forza politica che più da sinistra si alleerebbe al Pd alle prossime elezioni.

E nell’entourage dell’ex primo cittadino il nome che circola per le primarie di coalizione è proprio quello di Laura Boldrini, che dunque potrebbe sfidare Matteo Renzi per la leadership della sinistra in vista delle prossime elezioni politiche. Sempre stando al quotidiano di via Solferino, l’ipotesi avrebbe anche il favore dello stesso Renzi che, volendo una competizione vera in grado di richiamare l’attenzione e l’entusiasmo del popolo della sinistra vorrebbe proprio nomi come quello della presidente della camera da sfidare alle prossime primarie.

LiberoQuotidiano

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Articolo precedenteBeffato dall'Inps, disperato: "ora ho perso il lavoro e non posso andare in pensione"
Prossimo articoloLe bimbe dimenticano i passi del saggio della scuola: la maestra le prende a calci e schiaffi / GUARDA