Condividi

Bambino rischia di soffocare per una caramella: sottufficiale gli salva la vita

Ha cominciato ad urlare perché il figlio non riusciva a respirare, a battere le mani dietro la schiena con la speranza che il bambino tirasse fuori la caramella che non era riuscito a masticare e quindi ad ingoiare. Ci ha provato senza riuscirsi, tra il panico generale e lo sguardo attonito dei presenti per la tragedia che si stava consumando.

Siamo a Pordenone – racconta FoggiaToday – ed è un venerdì mattina, una signora è all’interno della banca con il figlio e attende il suo turno. Quando però si reca allo sportello, il bambino – seduto alle sue spalle – afferra e scarta una caramella, non riesce però a masticarla e la ingoia. Purtroppo per lui, gli va di traverso, il respiro diventa sempre più complicato, i secondi passano e la situazione peggiora. L’intervento della madre non basta, anzi, forse peggiora le cose.

Leggi anche:  Altri rinforzi contro la mala foggiana. E i carabinieri cambiano lo scacchiere

Per fortuna, in quella banca, un uomo si accorge che qualcosa non va, si avvicina alla donna visibilmente sotto shock, e capisce che la situazione le sta sfuggendo di mano. In maniera quasi istintiva, afferra il corpo del piccolo e applica la manovra di Heimlich, una tecnica di primo soccorso per rimuovere un’ostruzione delle vie aeree. L’intervento risulterà decisivo.

Articolo precedenteMontefortino. Operaio dell’azienda agricola Acciarri morto a Comunanza
Prossimo articoloCambio gomme: tutto quello che c’è da sapere

Nessun commento

Rispondi