Condividi

Condannato a 12 anni maresciallo dei Carabinieri di Cassano

Un Maresciallo fino Aprile scorso in servizio al NORM di Cassano d’Adda, è stato condannato a 12 anni e al risarcimento di 12.500 euro al Ministero della Difesa. Si trattava del processo di primo grado-

Le indagini sono state portate avanti dai colleghi del Nucleo Investigativo di Monza
Il maresciallo condannato aveva chiesto il rito abbreviato

La sentenza è arrivata qualche giorno fa, emessa dal tribunale di Milano

Leggi anche:  Stanato ricercato, si abbronzava al sole

Il sostituto procuratore aveva chiesto per il Maresciallo 14 anni di condanna.

Il militare, tramite l’avvocato aveva richiesto il rito abbreviato.
Perciò una condanna comunque molto pesante, senza lo sconto di pena previsto dalla formula

Ma andiamo con ordine e vediamo i fatti

Secondo l’accusa, il Carabiniere avrebbe ceduto cocaina ad alcuni spacciatori, recuperata da alcuni sequestri dove la sostanza non era ancora andata distrutta.

Ma i capi d’imputazione sono diversi

Si legge sul Giornale di Monza: “Detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, almeno otto casi di peculato, appropriazione della droga sequestrata (corpo di reato e quindi di proprietà dello Stato), falso in atto pubblico (verbali utilizzati per certificare la presunta distruzione degli stupefacenti, che invece non è stata fatta) e due episodi di presunta corruzione.

Leggi anche:  Risolto caso 'lupara bianca', risaliva al 1997

L’avvocato annuncia ricorso

Articolo precedenteTenta di scappare buttandosi nel torrente ma non sa nuotare: Carabinieri gli salvano la vita
Prossimo articoloMario Simone, Carabiniere ucciso in Brasile. Una vicenda ancora piena di misteri

Nessun commento

Rispondi