Condividi

Migranti, Medici senza frontiere sospende i salvataggi: “La Libia spara, è troppo pericoloso”

«Non abbiamo firmato il Codice di condotta delle Ong, ma il nostro impegno nel salvare vite umane non si ferma. In questo momento le nostre due navi sono a 20 miglia dalla costa libica in attesa che la guardia costiera italiana ci chieda di intervenire in caso di bisogno».

Emilie Dubuisson, responsabile di «Medici senza frontiere» per i contatti con le prefetture, parla al telefono dalla sede di Catania. «Il Regolamento non è una legge – ricorda – e nonostante non siano ancora chiare le misure del ministero dell’Interno contro chi non ha firmato, noi siamo tranquilli perché rispettiamo le leggi internazionali e quelle nazionali. La nostra attività si svolge nel totale rispetto delle regole».

Leggi anche:  Tar sui migranti: "Spaccio e rivolte non bastano per negare il permesso di soggiorno"

Sono due le imbarcazioni di Msf: la Prudence, che batte bandiera italiana e l’Aquarius, condivisa con l’Ong Sos Méditerranée con bandiera di Gibilterra. Su ognuna lavorano 15 persone di equipaggio marittimo e altre 15 dell’équipe di Msf. Quest’ultima comprende, tra gli altri, il coordinatore, un medico, un’ostetrica, un mediatore culturale è una psicologa. «C’è grande collaborazione all’interno del team e molta attenzione ad avere tutta la certificazione in regola».

Le operazioni di salvataggio avvengono solo ed esclusivamente su input della guardia costiera italiana. «A volte ci chiamano direttamente loro, in altri casi siamo noi a segnalare la presenza di gommoni – prosegue Emilie Dubuisson – ma interveniamo solo dopo l’ok del Mrcc (il centro di coordinamento marittimo, ndr)». L’attivista nega contatti diretti con i migranti e il superamento della soglia delle acque internazionali. «Non è nel nostro Dna non rispettare le regole».

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Articolo precedente"Violentata per tre anni": minorenne racconta tutto e fa arrestare il padre
Prossimo articoloUova contaminate: in Belgio senza controlli dal 2016. "Troppi segreti industriali, poche verifiche"