Condividi

Savona – Alzare la Tari ai proprietari di casa che affittano ai richiedenti asilo potrebbe diventare realtà a Savona. Si tratta di una mozione lighista approvata dal consiglio comunale qualche giorno fa.

La giunta dovrebbe considerare gli immobili come attività extra-alberghiere e non come residenze private.

Nel caso decidano di affittarle a immigrati o richiedenti asilo, per il comune queste diventerebbero strutture alberghiere, bed&breakfast o case vacanze. In questo modo, la Tari subirebbe un aumento.

Leggi anche:  Casa squillo scoperta a Savona

Naturalmente, le polemiche non si sono fatte attendere

Alcuni componenti del consiglio però hanno presentato un esposto in procura paventando una discriminazione razziale
L’esposto è stato presentato dai Verdi, cheidendo “se gli atti compiuti non configurino ipotesi di reato volte al compimento di atti di discriminazione razziale”.

Polemiche anche dalle associazioni e dalla società civile. Non hanno risparmiato critiche diocesi ed arci

Risultati immagini per savona comune

“Si tratta ancora di un atto generico”, ha però specificato Silvana Montaldo, assessore al Bilancio. “Per mettere in pratica quanto chiede la mozione bisognerà intervenire sul regolamento Tari e capire come cambiarlo”.

Leggi anche:  Hicham, l’imprenditore arrivato col barcone che dà un lavoro fisso alla dipendente incinta

Quello di Savona però non è il primo caso. Qualche mese fa, in provincia di Milano un sindaco aveva lanciato la stessa proposta.

In quel caso il primo cittadino Chirstian Garavaglia, eletto con Forza Italia, voleva contrastare l’applicazione del piano d’accoglienza firmato da 76 sindaci dell’hinterland e dalla prefettura.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteIl caffè riduce il rischio di sviluppare questa forma di tumore
Prossimo articoloRoma, bus a fuoco nei pressi del Vaticano: coltre di fumo in strada

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.