Condividi

Hacker nordcoreani rubano documenti militari di Seul. Gli Usa muovono i bombardieri

La tensione è sempre più alta tra le due Coree e gli Usa hanno iniziato nuove manovre militari dopo la scoperta di azioni di spionaggio compiute da Pyongyang nei confronti di Seul, avvenute più di un anno fa.

Hacker nordcoreani sono riusciti a violare la rete intranet delle forze armate sudcoreane e a sottrarre 235 gigabyte di documenti militari classificati, fra cui il Piano operativo 5015 elaborato da Seul insieme a Washington come risposta in caso di guerra, dettagli delle esercitazioni congiunte Usa-Coreadel Sud in programma ogni anno nella regione e informazioni su siti militari cruciali e centrali elettriche. Lo rivela il quotidiano sudcoreano Chosun Ilbo, citando il deputato del Partito democratico Rhee Cheol-Hee.

Leggi anche:  California. Aereo si schianta sull’autostrada, le immagini da incubo

Il furto è avvenuto nel settembre del 2016. Il Piano operativo 5015 prevede l’annientamento di Kim Jong-un. Il ministero della Difesa sudcoreano deve ancora identificare l’80 per cento dei documenti sottratti, ha precisato il parlamentare. Seul ritiene che la Corea del Nord disponga di 6.800 specialisti di cyber attacchi.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedente"Cerco mio figlio, me lo fecero abbandonare a Padova 43 anni fa"
Prossimo articoloNonna Peppina, nessuna lettera mai arrivata al Quirinale. La figlia: "Forse sbagliato intestazione, la rimanderemo"

Nessun commento

Rispondi