Condividi

L’Italia si adegua alle normative europee: la verifica tecnica diventa più scrupolosa, il costo per l’automobilista non cambia

Per una volta, gli aggiornamenti burocratici che arrivano dall’Unione Europea troveranno il favore degli automobilisti

il riferimento è al nuovo certificato di revisione per veicoli a motore, pronto a entrare in vigore a partire dal 20 maggio. Ne parla OMAR ABU EIDEH in un articolo de La Stampa

Lo scopo è quello di assicurare che i centri autorizzati a fare le revisioni compiano verifiche tecniche più scrupolose, che permettano la circolazione solo alle vetture che rispettano realmente gli standard di sicurezza imposti dalla legge.

Leggi anche:  Cellulare alla guida? Multa fino a 2.588 euro e ritiro della patente

Il ministero dei Trasporti italiani ha recepito con il decreto ministeriale 214 del 19 maggio 2017 (entrata in vigore il 20 maggio 2018) la direttiva europea 2014/45UE del 3 aprile 2014.

A tal fine, la novità principale della “revisione 2.0” è che le officine dovranno stilare una sorta di pagella con la valutazione sull’efficienza globale del mezzo, nonché la certificazione del totale dei chilometri percorsi al momento della revisione:

questo rilevamento, peraltro, dovrebbe rendere più difficile la vita a coloro che “scalano” il chilometraggio complessivo del veicolo per rivenderlo più facilmente; un reato punito dal Codice Penale.

Leggi anche:  Addio definitivo ai costi del roaming in Europa "Si Parte dal 15 Giugno"

Collegandosi al Portale dell’Automobilista del ministero dei Trasporti e inserendo il numero di targa, si può conoscere gratuitamente lo stato delle revisioni sostenute da un veicolo e, per le revisioni più recenti, il chilometraggio a cui sono state effettuate.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteFrosinone, gattino finisce nel motore della volante: ora è un poliziotto ad honorem
Prossimo articoloRaffreddore, trovata la molecola in grado di sconfiggere il virus: nel team un biochimico italiano

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.