Condividi

“Una nuova inchiesta su Matteo Renzi, ecco perché il Pd “La bomba scoppierà in autunno” secondo il quotidiano Libero. Nel “giglio magico” dell’ex premier c’è il timore che tra qualche mese arriveranno nuove intercettazioni compromettenti sul caso Consip

La bomba scoppierà in autunno”. A riportare il virgolettato è un articolo del quotidiano Libero a firma di Elisa Calessi moglie del renzianissimo Luciano Nobili (dato in pole per la segreteria del partito a Roma). Libero si riferisce a un’altra indagine, stavolta nei confronti di Matteo Renzi, corredata da intercettazioni per un caso pronto a scoppiare a pochi mesi dalla data delle elezioni politiche.

Leggi anche:  Primarie dem, al gazebo di Gela arrivano i carabinieri. Crocetta: "Ci sono voti da annullare"

Spiega il quotidiano che nel giro Renzi il timore è che tra qualche mese arriveranno intercettazioni compromettenti sull’ex premier. Per questo il partito sta manovrando per anticipare il voto:

La «bomba» di cui si parla – e chi lo fa, ne parla a ragion veduta – sarebbe un altro capitolo del filone Consip, un caso che riguarda di nuovo i rapporti tra imprenditori e “Giglio Magico”. Questa volta, però, secondo l’autorevole fonte che ha fatto la confidenza, Renzi sarebbe toccato più da vicino. Di più: il caso riguarderebbe proprio lui, non parenti o persone a lui vicine. Ci sarebbe, insomma, un salto di qualità in quella che i renziani definiscono «la gogna mediatica» per far fuori “Matteo”.

 

Leggi anche:  I partiti che vogliono numerare i poliziotti mentre l'Italia affonda per mano della criminalità

today

 

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteChirurgo interrompe l'operazione e prende a pugni l'infermiera: l'incredibile scena ripresa in un video
Prossimo articoloSuperbike, Nicky Hayden ancora gravissimo: in prognosi riservatA a Cesena