Condividi

Oristano, Freccia “è guarito”. E ora cerca una famiglia

E’ arrivato l’annuncio tanto atteso: “Freccia è guarito”.

La dichiarazione è arrivato nella serata di ieri dalla pagina facebook ufficiale della clinica veterinaria Duemari di Oristano

Freccia era stato infilzato con un arpione da pesca e le sue lesioni erano gravi: danneggiati un polmone, il fegato e l’esofago.

Sottoposto a un intervento, il cagnolino era sopravvissuto e i veterinari hanno continuano a occuparsi di lui con larga preoccupazione ma tanto amore, per tutto questo tempo.

Leggi anche:  Carabinieri salvano un cane, ma ora rischiano una sanzione per il video finito sul web

A portarlo alla clinica erano state alcune persone che lo avevano trovato mentre vagava dolorante a Nuoro, vittima di una violenza spietata e gratuita.

L’arpione con cui era stato trafitto era di quelli per i fucili da pesca, spesso

 

Adesso la bellissima notizia.

“Freccia è guarito. Mangia e ingrassa. È’ arrivato il momento di separarci. Per ora andrà in stallo dalle volontarie di Nuoro che lo hanno soccorso ed affidato alle nostre cure”

ha scritto la veterinaria Monica Pais, una delle responsabili della clinica.

Leggi anche:  Antonella Clerici, il post di addio sui social: “Sei stato il mio primo figlio"

“Grazie per la fiducia che avete riposto in noi e grazie a lui per la sua tempra eccezionale. Grazie a tutti quelli che ci hanno seguito e aiutato con il cibo speciale che lo ha nutrito e gli altri regali”.

Freccia cerca finalmente casa, una famiglia che continui a prendersi cura di lui.

 

Articolo precedenteLuigi, l'agente della Polizia Locale massacrato in strada torna a casa: "non ricorda nulla e piange tutto il giorno"
Prossimo articoloE' iniziata la costruzione dell’asilo dei carabinieri "Sarà il primo nel Nord Italia"