Condividi

Aumentano i pedaggi autostradali, ma anche la auto blu dei politici

Quando hai a che fare con lo Stato italiano non puoi mai aspettarti una fregatura singola. Vanno sempre in coppia, come le ciliegie. La prima arriva fresca fresca dalle parole del ministro Graziano Delrio, che, come se nulla fosse, ha comunicato: i pedaggi autostradali saranno più cari. Gli aumenti si preannunciano belli corposi, visto che sono stati congelati per un paio di anni. La società che gestisce l’ Autostrada dei Parchi, il tratto laziale-abruzzese, ha vinto al Tar contro appunto il prolungato blocco dei rincari. Si è aperto insomma un varco legale, dove adesso si infileranno tutti gli altri concessionari, in primis Autostrade per l’ Italia dei Benetton e il gruppo Gavio.

Leggi anche:  Alessandra muore a 32 anni al ritorno dal viaggio di nozze: malore sull'autostrada A1

Chissà quanto costerà di più viaggiare da Milano a Venezia? Di sicuro la Roma- Pescara passerà subito – forse prima di Ferragosto – da 20 euro e 20 centesimi a più di 22 euro, mentre la Roma -Teramo aumenterà da 17,50 a 20 euro. D’ altronde, ha specificato il ministro, «gli aggiornamenti erano stati approvati e poi c’ è stato un problema interpretativo. «Ora – ha aggiunto – torneranno a breve al Cipe. L’ aggiornamento verrà fatto e verrà riconosciuto ai gestori, niente di drammatico, l’ aggiornamento ci sarà sicuramente». Niente di «drammatico»? Da quanto tempo non guida dalla sua Reggio Emilia a Roma lungo la A1?

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteNave anti Ong, arrestato capitano: "È traffico di esseri umani"
Prossimo articoloParla Mourad Ayari, ex musulmano convertito: "Perché l'islam è una minaccia"

Nessun commento

Rispondi