Condividi

Prendono il via da Milano le celebrazioni per i 70 anni di storia della polizia stradale. Con un convegno ‘dalla Costituzione..al terzo milleniò, le note della Fanfara in Piazza Duomo e un’esposizione di veicoli in un’intreccio tra passato e presente, dalle moto storiche alla Lamborghini Huracan e la nuova Alfa Romeo Giulia Veloce, Palazzo Reale e il centro di Milano sono stati il palcoscenico del primo evento in programma, presenti il capo della polizia Franco Gabrielli, il prefetto Carlo Mosca, il direttore del servizio polizia stradale Giuseppe Bisogno, accolti in mattinata prefetto di Milano Luciana Lamorgese e dal questore, Marcello Cardona.

Un docu-film del regista Stefano Ribaldi con le voci narranti di Ricki Tognazzi e Giuppy Izzo, ha fatto rivivere gli eventi storici più significativi per il paese, dal dopoguerra ad oggi, raccontando attraverso le immagini raccolte l’attività della polizia stradale esaltando il ricordo di quei poliziotti che hanno onorato la divisa che indossavano fino al sacrificio più estremo.

Leggi anche:  Bologna. Senegalese suicida in Questura, nei guai gli agenti

Era il 1947. In quell’anno l’Assemblea Costituente approvò la carta Costituzionale e qualche mese dopo, con un decreto legislativo, fu costituita la polizia stradale con il compito di garantire, nel rispetto della legalità e della sicurezza, la libertà di circolazione. Da quegli anni molta strada é stata fatta, la modernizzazione ha cambiato completamente i concetti di viabilità e mobilità. Le nuove tecnologie hanno accompagnato la trasformazione della polizia stradale, con l’impiego delle nuove strumentazioni di bordo, con il nuovo equipaggiamento, ma anche con strategie di prevenzione più moderne ed efficaci. Il prossimo eventi si terrà a Roma, presso la Scuola Superiore di polizia, il 6 luglio con un convegno sul tema dlel’omicidio stradale e della guida sotto gli effetti di alcol e droga.

Leggi anche:  Carabinieri e Vigili del fuoco insieme per gestire l’emergenza degli incendi boschivi

«Oggi ci siamo e c’eravamo allora. Noi non saremo mai sufficientemente grati alla Polizia Stradale», ha detto il capo della Polizia, Franco Gabrielli, «I filmati e i racconti basterebbero a indicare come la storia della Polizia stradale abbia punteggiato tutta la storia dell’Italia repubblicana. Oggi viviamo una stagione in cui il controllo del territorio sarà il luogo privilegiato in cui misurare il nostro servizio alla gente».

il messaggero

Articolo precedenteDetrazioni 730, scuola: possibile detrarre anche mensa e gite scolastiche
Prossimo articoloReagisce ad una rapina davanti al bancomat: ragazzo picchia il ladro e lo fa fuggire