Condividi

Sindaco si dimezza lo stipendio
per finanziare la mensa scolastica

Da mercoledì 11 ottobre presso la scuola secondaria di primo grado Vannulo sarà attivo il servizio di mensa scolastica. La richiesta di attivazione del servizio, per due giorni a settimana, presentata dalla dirigenza dell’Istituto comprensivo Carducci, è stata accolta dalla giunta che ha approvato il provvedimento. Tuttavia l’attivazione della mensa è stata resa possibile dalla rinuncia, da parte del sindaco Franco Palumbo, del 50% della propria indennità.

Leggi anche:  A 8 anni marina scuola, polizia lo trova

Il Comune di Capaccio Paestum coprirà la metà dei costi per l’attivazione del servizio, contribuendo così all’erogazione della mensa e andando incontro alle esigenze delle famiglie più bisognose. I cittadini potranno ritirare i buoni pasto per la mensa scolastica presso l’Ufficio Istruzione, situato presso la sede comunale in Piazza Santini, a Capaccio Scalo, come già avviene per le scuole dell’infanzia.

«Siamo soddisfatti di poter contribuire all’erogazione di questo importante servizio, così come già accade nelle scuole dell’infanzia, anche al plesso di Vannulo. – commenta l’assessore alla Pubblica Istruzione, Franco Sica – Tale provvedimento va nell’ottica di un’efficace collaborazione con la scuola e soprattutto nell’interesse reciproco di offrire un servizio di qualità al territorio. Un ringraziamento particolare va, infine, al sindaco Palumbo che, rinunciando alla metà della sua indennità, ha consentito alle casse comunali di poter contribuire al finanziamento della mensa scolastica».

Leggi anche:  Schiaffi e calci ai bimbi, sospese due maestre a Crotone

Il Mattino

Articolo precedenteIl bambino è autistico, barbiere si sdraia accanto a lui per finire il taglio
Prossimo articoloPeppina, sfogo dopo lo sfratto: “Non hanno avuto amore”

Nessun commento

Rispondi