Condividi

Rigopiano, il sopravvissuto incontra la funzionaria che non ha dato l’allarme: scena drammatica

“Volevo venire qui con la pistola, ma non l’ho fatto”. Emozionante, e agghiacciante: Giampaolo Matrone, uno dei sopravvissuti alla valanga assassina dell’Hotel Rigopiano, dove nel gennaio 2016 ha perso la moglie (una delle 29 vittime), si è recato giovedì mattina nella prefettura di Pescara per incontrare per la prima volta la funzionaria che il giorno del disastro ha ritardato nel dare l’allarme bollando come “scherzo telefonico” la chiamata di Quintino Marcella.

Leggi anche:  VIDEO: LA MONTAGNA SI STACCA E PRECIPITA.

“Ha detto che aveva cose più importanti da seguire. Ed ecco la mia situazione. Ho una mano fuori uso. Lei sta continuando a lavorare qui. A prendere lo stipendio.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteSu Facebook sosteneva azioni jihadiste contro cristiani: si nascondeva in Italia
Prossimo articolo21 ottobre 1981, Francesco Straullu e Ciriaco Di Roma falciati dai proiettili dei neri

Nessun commento

Rispondi