Condividi

Posillipo, preleva in banca e viene rapinato con la tecnica del filo: due arresti

Rapinato con la tecnica del filo.

Un nuovo episodio arricchisce la cronaca napoletana di queste ore.

Un consulente finanziario si reca al bancomat e preleva una cospiqua somma di denaro contante.
Rapinato: due uomini ricercati

E’ stata una rapina inusuale quella andata in scena nel centro della Napoli bene

La tecnica usata è quella con la tecnica “del filo” in banca.

 

 

Organizzata da quattro malviventi, dei quali due arrestati e due ricercati.

Leggi anche:  Staminali, segnali di speranza per Mattia

La vittima è un 44enne consulente finanziario di 44 anni, che aveva appena prelevato 3mila euro.

Uno dei rapinatori, il cosiddetto “filatore” lo ha ha seguito a bordo di una vespa fino ad una curva stretta, che la vittima doveva imboccare per tornare a casa e dove lo “attendevano” gli altri rapinatori.

A quel punto – racconta fanpage di napoli –

è stato fermato con un colpo di pistola a salve, per poi essere aggredito dai complici del filatore, che lo hanno afferrato e scaraventato a terra per rapinarlo della somma dopo averlo anche ripetutamente colpito con spintoni, strattoni e botte da due di essi.

 

Leggi anche:  Napoli, il mistero della donna seminuda: cammina e provoca i passanti in strada

Un altro “invitata” i passanti e gli automobilisti a togliersi di mezzo e passare senza fermarsi

Le indagini dei Carabinieri hanno portato ad identificarne subito due, impegnati a spartirsi il bottino.

Entrambi arrestati e tradotti in carcere, adesso si cercano i complici.

Denaro e armi sono stati invece sottoposti a sequestro, mentre si indaga per scoprire se la banda avesse già colpito con modalità simili.

GUARDA IL VIDEO

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Articolo precedenteCastelletto Ticino, bimbo dimenticato sullo scuolabus ritrovato al deposito cinque ore dopo
Prossimo articoloBandiera in caserma a Firenze, ora parla il Carabiniere "Non sapevo fosse un simbolo degli estremisti"

Nessun commento

Rispondi