Condividi

Truffe via WhatsApp ci risiamo. E’ il turno dei correntisti di Unicredit, molti dei quali, nei giorni scorsi, sono stati raggiunti da chat, che invitavano ad inserire i propri dati per accedere alla piattaforma di home banking. ce ne parla il gazzettino

Questa pratica, molto in voga tra i truffatori del web, si chiama phishing.

La regola, sempre valida, è quella di non trasmettere mai password, codici d’accesso o qualsiasi credenziale segreta attraverso strumenti telematici. Che sia un pc, uno smartphone o una comunicazione email. Mai rispondere.

Leggi anche:  I messaggi sui buoni sconto del supermercato su WhatsApp: occhio alla truffa

La banca, se deve fornirci delle informazioni importanti, ci invierà del materiale cartaceo o ci inviterà a recarsi presso una filiale.

Detto questo, i pirati della rete, hanno inviato ad alcuni utenti di Unicredit, un messaggio che li invitava ad aggiornare i dati del proprio conto corrente, al fine di non incorrere un’immediata chiusura per problemi burocratici. Una truffa in piena regola.

 

Truffa WhatsApp: la finta chat della banca Unicredit. Attenzione al conto corrente

 

Cliccando sul link inviato via chat, le vittime sono rinviate ad un sito molto simile per grafiche e struttura a quello ufficiale della banca.

Leggi anche:  Napoli. Nonnina furba fa arrestare truffatore: 1200 euro per un 'pacco', ma la 74enne gli fa trovare una sorpresa

Un’esca digitale, che pesca direttamente sui dati sensibili dell’utente, concedendo ai cybercriminali la possibilità di effettuare bonifici in uscita. Quindi di risucchiare molto velocemente e fino all’ultimo centesimo dei risparmi.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteMini rivolta al centro profughi: rifugiati protestano per i soldi del pocket money
Prossimo articoloMatteo Salvini, giù casa abusiva campo Sinti: "dalle parole ai fatti"

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.