Condividi

Sindacati di polizia contro il governo: “Si tenga i 10 euro, non vogliamo l’elemosina”

Protesta dei sindacati di polizia contro il governo per chiedere un piano straordinario di assunzioni e un aumento contrattuale dignitoso per le forze dell’ordine

Piazza Montecitorio stamane è stata invasa da un centinaio di agenti delle forze d’ordine che hanno aderito alla protesta della consulta sicurezza contro il governo.

Sap, Sappe e Conapo chiedono un piano straordinario di assunzioni perché con la riforma della p.a. voluta dal ministro Madia sono stati tagliati 50mila uomini nelle forze dell’ordine. Il risparmio, accusano i sindacati, è stato di 2 miliardi di spesa in stipendi e trattamenti accessori che non sono stati reinvestiti per l’equipaggiamento e la formazione degli agenti né per la sicurezza dei cittadini. Non solo. L’emergenza immigrazione si è “mangiata” 4mila uomini soltanto nella polizia di Stato mentre la popolazione carceraria è aumentata e in dieci anni sono state tagliate il 40% delle volanti.

Il primo a salire sul palco è Donato capece, segretario del Sappe (sindacato autonomo di polizia penitenziaria) che attacca il governo:”Siamo stanchi dell’ingovernabilità delle carceri e diciamo no a un blocco stipendiale illegittimo dalla Corte, a un governo insensibile al comparto sicurezza e che risarcisce i detenuti e dimentica i poliziotti, in balìa di continue aggressioni e umiliazioni”. Antonio Brizzi, segretario del Conapo, il sindacato autonomo dei vigili del fuoco, invece, ha criticato la riforma con cui i forestali sono stati inglobati tra i carabinieri quando, tra i pompieri, mancano 3500 uomini.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteMulte con il Telelaser: nullo il verbale se l'apparecchio non è prima segnalato correttamente
Prossimo articolo"Vicoli bui", maxi operazione antidroga dei carabinieri nel centro storico di Genova