15enne suicida per hashish a Lavagna, ora parla uno dei Finanzieri sconvolti dalla tragedia: “Quell’azione anti droga non la farei più

Generale, giudicando da uomo non rifarebbe quel blitz. Ma pensando da finanziere?
«Se un cittadino ci chiede aiuto, dobbiamo aiutarlo nel miglior modo possibile. Nel caso del ragazzino siamo intervenuti con tutte le cautele del caso, predisponendo una squadra speciale per l’occasione, composta da padri di famiglia che sapessero bene come approcciare un giovane. Erano tutti militari in grado di creare un ambiente meno traumatico possibile. Abbiamo fatto in modo che nell’abitazione ci fosse la madre con il compagno».

Prima di lanciarsi dalla finestra, il ragazzino ha detto qualcosa?
«Stava parlando con i suoi familiari, era un classico rimprovero da genitori. Non stavano assolutamente litigando in modo acceso, l’argomento era la droga».

Il procuratore dei minori della Liguria, Cristina Maggia, ha detto che bastava una chiamata e avrebbe sconsigliato la perquisizione.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche