Dl femminicidio, prima applicazione a Brescia

imageBrescia – 21 agosto 2013 – Prima applicazione delle norme contenute nel dl femminicidio, entrato in vigore il 14 agosto. E’ accaduto nel Bresciano dove i carabinieri hanno arrestato un uomo al quale era stato intimato, come previsto dalle nuove disposizioni di legge, l’allontamento dalla casa che divideva con la compagna. L’uomo ha però cercato di farvi ritorno e, dopo la denuncia della donna, è stato arrestato e condotto in carcere.
IL fatto è avvenuto a Cazzago San Martino dove l’uomo è stato arrestato dai carabinieri di Cazzago e Gardone Valtrompia per maltrattamenti in famiglia aggravati dal non avere rispettato l’ordine di allontanamento.
All’uomo, agli arresti domiciliari per un furto aggravato compiuto nel dicembre 2012, era stato ordinato di andare ad abitare altrove, dopo una prima denuncia della donna. Ma martedì è tornato dalla compagna entrando da una finestra. Lei non si è persa d’animo e ha avvertito i carabinieri. I militari sono arrivati subito e hanno ammanettato l’uomo. La donna ha anche confessato piangendo le violenze subite negli anni che non aveva mai denunciato per la vergogna. Poi le è stato consigliato di rivolgersi al più vicino centro antiviolenza.