Suona il telefono, ”ciao sono Francesco e diamoci del tu”

SOS1306556Padova, 22 agosto 2013 – Un giovane padovano è rimasto senza parole quando, rispondendo al telefono di casa, ha sentito che, dall’altra parte, a parlare era il Papa. Stefano Cabizza, studente 19enne di ingegneria di Padova, pochi giorni fa aveva consegnato a Castel Gandolfo una lettera al Santo Padre. E il Pontefice gli ha risposto di persona addirittura chiedendogli di dargli del tu. Già in precedenza Francesco aveva telefonato ad altri fedeli che gli avevano scritto.

Non potevo crederci – ha riferito il giovane – abbiamo riso e scherzato per circa otto minuti. Mi ha chiamato verso le 17 dopo non avermi trovato in casa una prima volta. Mi ha detto che tra Gesù e gli Apostoli ci si dava del tu e mi ha chiesto di pregare molto per Santo Stefano e anche per lui. Mi ha impartito la benedizione ed ho sentito crescere una gran forza”. Stefano non ha potuto trattenere la sua felicità: “Certo è stato il giorno più bello della mia vita“, ha concluso.