Davide Scamporrino

SOS1306689PER NON DIMENTICARE

Davide Scamporrino nacque a Siracusa il 28.10.1970 e morì il 27.08.1998 a Lecce in attività di servizio operativa anti-contrabbando e anti-immigrazione clandestina.

Una notte, durante un servizio anti-immigrazione, Davide a bordo di una pattuglia si stava recando, insieme a due colleghi del gruppo di Lecce ed un altro allievo maresciallo, in una località a nord di Frigole (prov. di Lecce) dove era previsto uno sbarco di clandestini. L’allarme era stato dato dall’equipaggio di una motovedetta delle Fiamme Gialle impegnata nell’inseguimento di un gommone carico di immigrati, nelle acque antistanti le coste salentine.

Nel tragitto l’auto è finita fuori strada, in prossimità di una curva, e si è schiantata contro un albero. Dei quattro finanzieri solo Davide ha avuto la peggio. E’morto dopo poche ore dal ricovero per i traumi riportati. Era l’ultimo servizio che avrebbe dovuto svolgere, prima delle ferie, per ultimare il tirocinio ed entrare in Accademia a l’Aquila e proseguire quindi la carriera militare. Era il 27 Agosto del 1998.

Gli è stata intitolata l’aula magna dell’Accademia a l’Aquila e il comune di Siracusa, sua città natale, gli ha intitolato una Piazza (di fronte ad una scuola elementare).