Maria Falcone, ”sconcertata da Lucia Riina”

SOS1306733Palermo, 28 agosto 2013 – ”Provo sconcerto e biasimo per le dichiarazioni di Lucia Riina. Pur rispettando il suo ruolo di figlia e consapevole che le colpe dei padri non possano per nessuna ragione ricadere sui figli, non accetto che una donna cattolica praticante, come lei sottolinea più volte nell’intervista, non prenda le distanze da un padre assassino”.

E’ il commento di Maria Falcone, sorella del giudice ucciso dalla mafia, all’intervista rilasciata a una tv Svizzera dalla figlia di Totò Riina, Lucia.