Bimba morta in piscina a Pisa, primi risultati dell’autopsia

SOS1306802

Un pensiero per la piccola Rachele…

Pisa, 31 agosto 2013 – L’autopsia sul corpo di Rachele Medda, la bambina di 5 anni, morta mercoledì pomeriggio nella piscina comunale di Pisa durante un corso di nuoto della società Canottieri Arno, che ha in gestione l’impianto sportivo, non avrebbe ”rivelato evidenze macroscopiche di patologie pregresse”.

Lo rivela Carlo Porcaro D’Ambrosio, legale della famiglia della piccola, al termine dell’esame necroscopico eseguito ieri, protrattosi per tre ore, dalle 14.30 alle 17.30, e condotto dal medico legale, Luigi Papi.