USA, finisce in cella con chi ha cercato di ucciderlo

SOS1306834Usa, 31 agosto 2013 – I responsabili di un carcere nella North Carolina si sono concessi una leggerezza che poteva costare cara. I carcerieri infatti hanno rinchiuso nella stessa cella due uomini, di cui uno era stato condannato per aver tentato di uccidere l’altro lo scorso febbraio. Il 27enne Eric Bennett (a sinistra nella foto segnaletica) infatti era stato ritenuto colpevole di tentato omicidio ai danni di Shawn Melvin (a destra), 39 anni.

La vittima l’aveva scampata e per Bennett si erano aperte le porte della prigione, dove qualche giorno fa è stato raggiunto dall’assalito. Melvin è stato condannato a sua volta per non essersi presentato in tribunale dopo non aver pagato il mantenimento dei figli e aver guidato con la patente revocata. Quando i due si sono ritrovati a pochi passi di distanza, è scattata una rissa, sedata con fatica dagli agenti; Bennett è stato anche portato in ospedale per una lacerazione in testa.

Il portavoce dello sceriffo, Rodney Hester, si è giustificato dicendo che nel carcere erano all’oscuro della vicenda e che sono rimasti sbalorditi nel vedere la reazione dei detenuti. Inoltre a Melvin è anche chiesto “se volesse evitare di finire in cella con qualcuno in particolare, ma lui disse di non avere richieste in questo senso”, hanno aggiunto dalla struttura penitenziaria, riporta il Mail Online.