Gdf sventa saccheggio sito archeologico

SOS1306932Roma, 4 settembre 2013 – La GdF di Roma ha sventato il saccheggio, da parte dei cosiddetti ‘tombaroli’, di un sito archeologico sconosciuto alla Soprintendenza dei beni archeologici del Lazio sito nella zona di Lanuvio, ai Castelli Romani.

Nell’area portata alla luce, collegata al vicino tempio di età romana dedicato al culto di Giunone Sospita (la salvatrice), sono stati rinvenuti i resti di alcuni edifici, monete, 5 elementi architettonici in marmo e oltre 24.000 frammenti di età romana tardo-repubblicana ed imperiale.