Il cane che ha commosso Perugia, aspetta da un mese il padrone morto

SOS1307008Perugia, 6 settembre 2013 – Da oltre un mese non esce dal suo rifugio, lo sguardo e’ triste e non lascia avvicinare nessuno. Attende il suo padrone che, invece, non fara’ piu’ ritorno perche’ morto.

E’ la toccante storia della femmina di pastore maremmano di Preggio, in provincia di Perugia. Vicenda che non ha lasciato indifferente la Provincia di Perugia la quale, attraverso il suo ‘sportello a 4 zampe’ si e’ subito mobilitata per garantire alla storia dell’animale un lieto fine. “Sono stati presi contatti con la competente Asl veterinaria della zona – riferiscono dal servizio dello Sportello – e con l’Enpa del territorio. La Asl era gia’ a conoscenza della vicenda e monitorava attentamente la situazione.

L’animale e’ solo e impaurito e non lascia avvicinare nessuno, ma ciononostante c’e’ chi si sta prendendo cura di lui portandogli cibo e acqua”. “Ci sentiamo un po’ tutti di adottare affettivamente questo cane – ha detto il vice presidente Aviano Rossi – ma come dimostra il caso, non basta il buon senso perche’ spesso e’ necessaria una specifica competenza perche’ l’animale e’ timoroso e difficilmente avvicinabile. Lo ‘sportello a 4 zampe’ e’ un investimento istituzionale utile per garantire sempre una risposta coordinata ed efficace, ma e’ anche la dimostrazione concreta che sul fronte del soccorso agli animali bisognosi i servizi offerti sul nostro territorio possono migliorare”.