Furgone contromano travolge un ciclomotore: agente di polizia ridotto in fin di vita

SOS1307036Napoli, 7 settembre 2013 – Tremendo incidente oggi a Napoli. Un furgone che procedeva contromano, guidato da due persone di nazionalità ucraina, ha travolto un agente di polizia che transitava in sella al suo ciclomotore. L’episodio è accaduto in una zona centralissima della città: alla Riviera di Chiaia, angolo piazza San Pasquale.

Nell’impatto il poliziotto – che indossava il casco protettivo – ha riportato un grave trauma cranico. Trasportato al «Loreto Mare» è attualmente in coma farmacologico. Per il poliziotto, che lavora sulle Volanti, la prognosi dei medici è riservata.

Secondo una prima valutazione dei medici, l’uomo avrebbe riportato due edemi al cervello e potrebbe essere sottoposto ad un intervento chirurgico nelle prossime ore. Le sue condizioni sono definite gravi, ma non sarebbe in imminente pericolo di vita.

Intanto è stato denunciato per lesioni gravissime l’ucraino alla guida del furgone. L’uomo, che effettua consegne di pacchi a connazionali per conto di un’impresa ucraina, è stato sottoposto al narcotest ed all’esame sul tasso etilico del sangue dalla polizia Municipale. Poi ha detto alla Polizia municipale di non essere stato al corrente dell’inversione del senso di marcia alla Riviera di Chiaia, disposto dopo la riapertura parziale della strada in seguito al crollo di Palazzo Guevara il 4 marzo scorso, perché mancava da circa un anno dalla città.

Alla guida di un Mercedes bianco, con targa ucraina, ed in compagnia di un connazionale, ha imboccato contromano la Riviera di Chiaia da piazza Vittoria, e non ha visto l’unico cartello di divieto di accesso, che è collocato, però, sul lato sinistro della carreggiata e non su quello destro. In una curva cieca il furgone ha impattato frontalmente contro l’«MBK 50» guidato dal poliziotto, 32 anni, celibe, che si stava recando a casa della madre dopo essere smontato dal servizio.

Il furgone ed il ciclomotore sono stati sequestrati dalla Polizia Municipale, che sta svolgendo accertamenti anche sulla segnaletica collocata nella zona.