Perquisizione gdf in sedi Equitalia

SOS1307415Roma, 19 settembre 2013 – Operazione della guardia di finanza a Genova. Gli uomini delle Fiamme gialle hanno perquisito gli uffici di Francesco Pasquino, direttore regionale per la Liguria di Equitalia Nord. Altre perquisizioni sono state effettuate negli uffici di funzionari di Roma e Tivoli. L’inchiesta è diretta dalla Procura di Roma e ipotizza reati di corruzione. Cinque gli indagati per un’operazione che ha visto perquisizioni in molte città d’Italia, da nord a sud.

Tra i 5 indagati nell’inchiesta che ha portato gli uomini delle Fiamme Gialle ad effettuare complessivamente 29 perquisizioni, a Roma, Latina, Genova, Napoli e Venezia, tre acquisizioni documentali negli uffici di Equitalia, dell’Inps e presso i domicili degli indagati tra i quali l’ex Direttore Regionale Equitalia del Lazio e attuale Direttore Regionale Liguria.
Gli indagati avrebbero garantito vantaggi finanziari a imprenditori e professionisti, accogliendo istanze di rateizzazione di cartelle esattoriali anche in assenza dei requisiti. Ma non solo: inquirenti e investigatori ritengono che i cinque avrebbero anche interferito nelle procedure di versamento dei contributi previdenziali alterando cosi’ sia la correttezza dei dati relativi ai pagamenti, sia la loro visibilità, con l’obiettivo di ottenere la rinuncia, da parte dell’ente di riscossione, ad adottare procedure di esecuzione immobiliare.

La Guardia di finanza, per ordine della Procura di Roma, ha inoltre acquisito documenti nelle sedi centrali di Roma di Equitalia e dell’Inps.

“Da Equitalia massima collaborazione” – “Equitalia sta già collaborando con gli inquirenti” dopo le perquisizioni negli uffici della società, perché venga fatta piena luce sui fatti e sulle eventuali responsabilità. A tal fine, si legge in una nota, “rimarrà a disposizione per fornire tutti i documenti e le informazioni necessari”.