Vendeva codici delle carte dei clienti, impiegato postale denunciato

SOS1307522Como, 21 settembre 2103 – Seduto dietro lo sportello delle Poste di Como prendeva nota del codice di sicurezza delle Poste Pay dei clienti, che si presentavano per ricaricare le loro carte prepagate, per rivenderli a un cliente già sotto inchiesta per fronde informatica. Inoltre,  avrebbe fornito anche molte carte PostePay e SIM PosteMobile che egli stesso intestava ad inconsapevoli cittadini comaschi. Un modo originale ma poco corretto per integrare il suo stipendio di impiegato.

Un dipendente di lunga data delle Poste di Como è stato denunciato con l’accusa di truffa aggravata dagli agenti della polizia postale di Como. Il suo complice, un uomo di 35 anni di Alserio, invece, è stato arrestato. Quest’ultimo utilizzava i codici rubati su internet per fare acquisti, ricaricare telefoni cellulari e altre carte prepagate mentre si trovava agli arresti domiciliari. Da qui la decisione del giudice di emettere un nuovo ordine di arresto, questa volta in carcere. Il danno complessivo non è ancora stato quantificato, ma si sospetta ammonti ad oltre centomila euro, mentre le parti lese individuate ammontano già a una cinquantina di persone.