‘Ndrangheta: ‘Ammazzateci tutti’, omicidio Carbone ancora impunito

c1Locri (Rc), 24 settembre 2013  –  ”Ancora oggi, dopo ben nove anni, il delitto di Massimiliano Carbone resta senza verita’ e senza giustizia. Non sono stati infatti puniti ne’ i mandanti ne’ gli esecutori del vile omicidio, e questo carica le nostre coscienze di dolore e di amarezza”. Ad affermarlo in una nota a nome del movimento antimafie ”Ammazzateci tutti”, e’ il suo coordinatore provinciale di Reggio Calabria Giuseppe Abramo, nel giorno del nono anniversario della morte del giovane locrese, assassinato nel 2004. ”Non essere riusciti a render giustizia a Massimiliano – continua il giovane coordinatore – e’ un peso che lo Stato si porta dietro da troppo tempo. In questa triste ricorrenza il nostro pensiero va alla madre della vittima, Liliana Esposito Carbone, ed a i suoi familiari, che conducono con estremo sacrificio un’estenuante battaglia, in piena solitudine, per la ricerca della verita’ e della giustizia”. ”E’ necessario che si faccia chiarezza: solo cosi’ – conclude Abramo – potremo con fierezza ed orgoglio affermare che in Calabria lo Stato c’e’, e’ presente, ed e’ in grado di infliggere punizioni esemplari a tutti coloro che prepotentemente intendono porsi al di sopra del consesso civile: i mafiosi”. (ASCA)