Tiro a volo: Pellielo, fiamme azzurre, a 43 anni fa poker mondiale

Giovanni-PELLIELO-2Roma, 25 settembre –  Quarto mondiale a Lima per Giovanni Pellielo nel tiro a volo. Nella finale di fossa di Lima, dove vinse il suo secondo oro iridato nel 1997, l’azzurro ha battuto in finale il croato Anton Glasnovic. Il primo titolo iridato skeet Pellielo lo vinse a Nicosia nel 1995, il terzo a Barcellona nel 1998.Una bacheca ricca di successi quella del vercellese che ha vinto inoltre due argenti e un bronzo olimpici, due europei, sette trofei di cristallo e dieci prove di coppa del mondo. Uno dei migliori di sempre, ma lui vuole essere il migliore e punta dritto a Rio 2016 per centrare l’unico alloro che gli manca, l’oro olimpico. A 43 anni ha dato un segnale della sua eccellente condizione psicofisica battendo il croato Glasnovic (11/15), che il primo agosto a Shul si e’ laureato campione europeo superando l’azzurro Massimo Fabbrizi, argento olimpico. Medaglia di bronzo oggi e’ il russo Alexei Alipov (13/15) sullo spagnolo Alberto Fernandez (12/15). Prima di Pellielo solo il francese Michel Carrega aveva vinto quattro mondiali. ”Speravo di farcela e’ cosi’ e’ stato – ha commentato Pellielo – Questo titolo conferma che tutto quello che era mancato lo scorso anno a Londra era solo il frutto consueto del mondo dello sport. Per uno in piu’ o in meno si vince o si perde. Alle Olimpiadi non avevo sparato male, ma c’e’ stato chi ha sparato meglio di me. Sembra che tutto dovesse finire. Invece no!. Mi sento meglio di dieci anni fa, meglio di quando vinsi qui a Lima. Questo e’ un messaggio molto importante per tutti i giovani: il nostro sport non ha eta”’. (ANSA).