Ucciso per 100 euro, arrestati padre e figlio

SOS015Enna, 26 settembre 2013 –  Due persone sono state arrestate dalla Polizia per l’omicidio di Calogero Abati, l’imbianchino di 29 anni ucciso a coltellate ieri pomeriggio davanti a un bar in via Carducci a Piazza Armerina, nell’ennese. Le manette sono scattate ai polsi di Vincenzo Puglisi, 20 anni, titolare del locale, e del padre Guglielmo, 52 anni.

Secondo una prima ricostruzione dei fatti l’omicidio sarebbe avvenuto al culmine di una lite sfociata per un debito di 100 euro. In particolare, Abati si sarebbe recato piu’ volte nel bar per chiedere il pagamento di un lavoro edile realizzato per Puglisi, ma non ancora pagato.

La discussione sarebbe poi degenerata ed Abati nella colluttazione sarebbe stato colpito con due fendenti mortali al cuore e al polmone. Quando la Polizia e’ arrivata sul posto, per il giovane non c’era piu’ niente da fare. Padre e figlio sono stati rinchiusi nel carcere di Enna. Abati era figlio di Riccardo Abati, coinvolto coinvolto in tre inchieste antimafia della Dda nissena.