Camorra: gestivano spaccio di droga, 10 arresti

SOS024Caserta, 27 2013 – I carabinieri del comando provinciale di Caserta hanno eseguito un’ordinanza messa dal gip di Napoli nei confronti di 10 indagati per i reati di associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti e spaccio di marijuana e hashish, nonche’ illecita concorrenza con violenza e minacce, aggravata dal metodo mafioso. Gli indagati – considerati esponenti della famiglia camorristica degli Autiero, riferibili al clan dei Casalesi – imponevano anche la vendita di pane proveniente da un panificio del clan con prezzi raddoppiati nelle salumerie e supermarket di tutta la zona compresa tra Gricignano e Carinaro, forte del nome del capoclan degli Autiero, Agostino Autiero.

L’indagine e’ partita dalle rivelazione del collaboratore di giustizia Angelo Compagnone nel 2010 ed e’ continuata con intercettazioni telefoniche, pedinamenti e intercettazioni ambientali. Durante la fase d’indagine i carabinieri hanno scoperto anche che uno degli indagati, Antonio Ciaramella, e’ morto per overdose il 27 settembre del 2011, mentre provava la sostanza imposta dal clan nelle piazze di spaccio da lui stesse dirette.