Tortura:diventa reato, agenti rischiano fino 18 anni carcere

COMMISSIONE-GIUSTIZIARoma, 27 settembre 2013 – La tortura diventa reato, anche se il fatto che sia commesso da un pubblico ufficiale viene configurato solo come un’aggravante. E aumentano le condanne rispetto al testo originario: se a torturare e’ un privato cittadino la pena puo’ andare dai 3 ai 10 anni. Se a commetterlo e’ un pubblico ufficiale, la reclusione puo’ arrivare fino a 12 anni. In caso di lesioni gravissime, il primo rischia 15 anni, l’agente 18. E’ questo in sintesi quanto prevede il testo di fatto ormai approvato in commissione Giustizia del Senato. (ANSA)